lunedì 28 dicembre 2009

In diverse parti dell’Europa e in Russia, si parla di Fate della Neve.
Piccole creature alate che vivono, a seconda dei luoghi, da sole o in gruppo.
Si dice siano le responsabili dei disegni dei fiocchi di neve e della loro caduta, così come altri tipi di fate lo sarebbero dello sbocciare dei fiori, della loro forma o della coloritura autunnale delle foglie.
Hanno una dolce camminata, silenziosissima, solo nell’assoluto silenzio possono udirsi i loro passi piccoli e leggeri.
Le fate dell'inverno sono davvero splendide.
Sono vestite di lucenti abiti bianchissimi e ali così luminose da sbrilluccicare!
Sono spesso accompagnate da cavalli bianchi dalla lunga criniera fatata. Hanno capelli lisci , biondi, blu o bianchi. E' rarissimo che li abbiano scuri, solo una fata dell'inverno, ogni 5o anni, nasce mora.
Sono le fatine più affascinanti e misteriose del Regno fatato. Hanno un carattere schivo e riservato; amano il silenzio, il buio, la solitudine. E’ difficilissimo incontrare una fata dell'inverno, ma il suo profumo si sente per tutta la stagione: un' essenza di castagno e vischio che dà sensazioni di ghiaccio e fuoco insieme. E' un odore impercettibile, ma così intenso da impregnare l'aria e regalare emozioni di benessere e felicità. Quando all'improvviso, in una giornata nuvolosa e chiara di brina, uscendo di casa, di mattino presto, ci sentiamo improvvisamente avvolte da una stupenda sensazione d’ inverno,e si accende la voglia irrefrenabile di cioccolata calda e caminetto acceso,apriamo gli occhi: una dolcissima fata dell'inverno è intorno a noi,che sparge polvere di neve nell'aria!
(Il bosco di Sellena)

Nessun commento: