venerdì 16 luglio 2010



Incantesimo dell'aurora boreale

Quando il firmamento è illuminato da fenomeni meteorologici e le Allegre Ballerine (così sono chiamate nella, tradizione popolare, le luci dell'Aurora Boreale ) indossano le loro graziose vesti multicolori per far festa nella cortina del cielo notturno fino a quando la loro allegria diventa frenesia, allora l'Aurora Boreale viene a comunicarvi che la sera è carica di fuoco e di magia, e la stagione degli incantesimi è arrivata.
Cercate quindi di farvi salire una gatta (meglio se nera) in grembo e sedete in giardino soli con lei, accarezzandola fino a quando il suo manto brilla e lei fa le fusa soddisfatta. Tenete a portata di mano una piccola tazza con del vino e, non appena l'animale si stiracchia, tracciategli un segno della croce sulla testa, quindi fate lo stesso su di voi.
Afferrategli con delicatezza la punta della coda e passatevela velocemente tre volte sull'occhio sinistro, quindi sul destro, dicendo:

Elfi della notte, i miei occhi incantate,
che di veder mi sia dato
con luna o sole il vostro aspetto fatato;
per questa magia e questo segno
io vi prego, favorite il mio disegno.


Lasciate il micio entrare furtivamente nella vostra camera a contemplare dalla finestra la luna, le stelle e tutte le magiche luci del cielo. Se avete incontrato il favore delle Fate, quella notte vi giungeranno sogni mistici, e in seguito inizierete a vedere il Piccolo Popolo gioire e far festa. Vi accadrà dapprima in modo velato, poi in maniera sempre più chiara e lucida man mano che l'incanto delle Fate benedirà più profondamente la vostra vista interiore.

2 commenti:

Francesca ha detto...

Che magiaaaaaaaaaaaaaaaaa!! Peccato che i gatti mi portano allergia!!!!!!
Ho fatto pure la rima!!!!.......
Grazie mia cara per il post "fantastico"!! Baci
Francy

LorDiAvalon ha detto...

Ciao, mi chiamo Lorella e ho trovato il tuo blog per caso, vagando su quello della cara Rosa di Pink. Volevo farti i miei complimenti soprattutto per questo post perchè i gatti mi son tanto cari e specialmente la mia che in questo momento soffre. Anch'io amo le Fate e quando posso vado nel bosco per cercare di instaurare un miglior contatto con esse e con le altre creature del Piccolo Popolo.
Arrivederci a presto, passerò a trovarti ancora.